Menu Chiudi

Gli Outcasters sono un duo alternative Rock/Pop Italiano nato nel 2017.

La band nasce come progetto pop punk, con sonorità molto semplici e testi in inglese.

Inizialmente gli Outcasters erano composti da 4 membri, la band si riduce entro poco in un power-trio con Alberto Patriarca alla voce e chitarra, Francesco Bertaglia al basso e voce e Matteo Bolle alla batteria che riesce a sostenere lo spirito teen ma senza registrazioni ufficiali, sciogliendosi poco dopo.

Continua a leggere

Alessio e Giancarlo si conoscono da quando erano bambini. Amanti del pop,
compongono musica e testi, strimpellano chitarre e tastiere, e cantano insieme anche a Fulvio dal liceo.
Con il sogno di fare un concerto con una vera band si uniscono ai fratelli (anche loro amici da una vita) Maurizio, chitarrista elettrico, ed Eugenio, batterista, musicisti rock che avevano percorso le strade del metal.

Continua a leggere

Stefano Santoro nasce a Milano nel 1984, sin da piccolo muove i suoi primi passi con la musica iniziando a suonare pianoforte e chitarra all’età di 6 anni. Molte sono state le sue influenze musicali, dai Pooh a Battisti, ai Beatles, Queen, Michael Jackson, Red hot chili peppers fino ai Muse. Grande appassionato anche di cinema segue compositori come Ennio Morricone, John Carpenter e Hans Zimmer.

Continua a leggere

Sono nato a Monza nel ’92. Affondo le mie radici musicali nel rock classico inglese, che deriva dal blues, un genere molto caldo, comunicativo e potente.
Il mio percorso musicale nasce per caso a 10 anni, grazie a una cassetta dei Beatles comprata insieme a mia madre: dalle prime note ho deciso di voler suonare la chitarra elettrica.
Nonostante questo momento segni un punto di svolta, la musica mi accompagna già da prima,
sul comodino infatti ho sempre avuto un mangia-cassette che facevo partire alla sera, ne ricordo ancora perfettamente il rumore dei tasti e il suono del riavvolgimento del nastro.

Continua a leggere

I DINAMIKA nascono nel gennaio del 2016 dall’evoluzione di un precedente progetto didattico biennale denominato Ideal Standard*. Inizialmente si propongo come cover-band di brani della più tradizionale musica leggera e cantautorale italiana, reinterpretati in chiave rock. Nell’autunno dello stesso anno avviene la grande svolta, passando ad un repertorio di pezzi pop-rock interamente da loro composti ed arrangiati.

L’età dei componenti (tutti over 40) è rivelata dalla evidente influenza nei loro pezzi della musica degli ultimi decenni del secolo scorso.

Le loro canzoni sono contraddistinte da una ricercata semplicità, sia nella struttura musicale che nei testi, e per questo motivo hanno la peculiarità di “arrivare” direttamente all’ascoltatore, senza costringerlo a sforzi interpretativi.

Continua a leggere

Il giardino del camaleonte… un luogo dove io, Alberto Patriarca, posso riversare tutta l’ispirazione proveniente dalle sonorità del folk unite alle libertà espressive del pop. Sonorità che sin da giovanissimo ho sentito particolarmente mie e che ho riscoperto recentemente grazie ad un esperienza durata mesi nella giovanissima Australia. Malgrado quel paradiso sono tornato deciso a portare con me quella concezione di musica; qui in italia a Torino, casa mia.

La mia carriera artistica è pressoché agli inizi ma ritengo sia già ricca di importanti sfaccettature. Il giardino nasce dalla mia necessità di imparare a raccontare me stesso prima di qualunque altro intento artistico, la mia natura curiosa mi ha reso un artista piuttosto eclettico così ho deciso di fondare un progetto aperto il cui intento è sì di adattare i suoi contenuti all’ascolto di un pubblico più vasto possibile ma anche quello di riservare sempre uno spazio alla sperimentazione, alla ricerca e alla riscoperta di suoni di altre epoche mai realmente dimenticati.

Continua a leggere

Eravamo 4 amici al bar…

Sì… ci sentiamo chiamati in causa in questo bellissimo brano di Gino Paoli.
Man mano siamo andati a scalare anche noi, ma 3 è il numero perfetto quindi….
Come molti, anche noi 3, Flavio, Francesco, Alessandro, abbiamo deciso al tavolo di dare un seguito ad una datata band di nome Chroma e successivamente Box 7 (1984). Evolution vuole semplicemente ripercorrere un tempo sicuramente splendido passato insieme per molti anni, attraverso canzoni scritte allora e oggi riprese, modificate, come più ce le “ sentiamo addosso”. Evolution però è anche e soprattutto OGGI, cioè proporre un nuovo repertorio di canzoni con testi in italiano in un genere che preferiamo lasciare giudicare a chi ci ascolta.

Continua a leggere

I Novaday, giovane e promettente rock band di Legnano, che propone un particolare alternative rock dalle melodie pop, hanno firmato un contratto discografico con la PAF records, etichetta indipendente milanese, che produrrà il loro primo EP Coming from the heart uscito il 21 di dicembre ed in anteprima esclusiva su i-Tunes, Google Play e Amazon.

La giovane band, formata nel 2012, in solo pochi anni è stata protagonista di una folgorante carriera. Nei primi mesi del 2012 la band ha iniziato a suonare in svariati locali del Milanese promuovendo la loro DEMO auto prodotta, a Maggio 2012 hanno avuto l’opportunità di aprire il concerto di Pino Scotto, al Viper Room di Gallarate e l’1 Luglio 2012 si sono classificati primi al prestigioso concorso musicale MINCANTO grazie al quale hanno potuto partecipare gratuitamente al Music Village, grande evento per le band emergenti, a cui hanno partecipato come tutor grandi nomi del panorama musicale e discografico italiano.

Continua a leggere

Francesca Tosarello nasce a Milano il 9 maggio 1990.
Fin da piccola mostra un grande amore per la musica e per le grandi voci; all’età di tre anni Francesca chiede alla madre se i cantanti famosi avessero un lavoro vero, un altro lavoro rispetto a quello che per lei era “cantare": una volta scoperto che cantare può essere una professione oltre che un grande amore, sognò e decise di diventare una cantante.
Dopo le scuole medie decide di frequentare il liceo linguistico per poter capire tutti i testi delle canzoni e per essere in grado un giorno di scriverne in diverse lingue.
Dal 2004 al 2009 studia canto moderno presso l’Accademia Vivaldi di Bollate con l’insegnante Angela Fiordalise (cantante lirica), sotto la direzione di Eva Simontacchi e frequenta numerosi Master Class di armonia e jazz. Il 24 maggio del 2009 si classifica prima alla rassegna di canto moderno indetta dall’Accademia Vivaldi.

Continua a leggere

scrivere musica significa avere il coraggio di raccontare un po’ di se …di mettere a nudo le proprie emozioni, le proprie paure e le proprie gioie: condividerle in primis con se stessi, scoprirsi per conoscersi meglio e alla fine…accettarsi per come si è.

Questo progetto nasce dal desiderio di Gabriele Favia di voler realizzare un EP con alcuni tra i suoi pezzi inediti più belli scritti dal 1996 ad oggi.

Gli stili musicali che lo hanno influenzato spaziano dalla musica classica (Gabri inizia lo studio del pianoforte classico a 10 anni e frequenterà la Civica Scuola di Musica di Sesto S.G. per 8 anni), alla musica rock (Deep Purple, Van Halen), al musical (A.L.Webber), allo swing (Sinatra, D.Martin, S.D.Junior), al pop rock (U2, Simple Minds), al jazz, al revival ed infine al funky.

Continua a leggere